Archivi Blog

Torna l’allarme a Saluggia: anche il Plutonio nella vasca di stoccaggio danneggiata

corel
Tracce di plutonio sono state rinvenute all’interno della vasca di stoccaggio dell’impianto nucleare di Saluggia, nel vercellese.

articoltre Redazione– -1 agosto 2013- Qualche mese fa era stato lanciato l’allarme, l’ennesimo, aventi come oggetto l’ex centrale nucleare di Eurex di Saluggia, in provincia di Vercelli. Qui, una vasca di stoccaggio presenta infatti due fessure dalle quali fuoriesce liquido radioattivo. Ebbene: oltre allo stronzio e all’emericio, in esso vi sarebbero anche tracce di plutonio.

La rivelazione arriva a seguito delle ultime analisi effettuate dall’Arpa del Piemonte, assieme la Sogin, ossia la società di Stato che era stata incaricata di effettuare la bonifica ambientale del sito e della messa in sicurezza dei rifiuti radioattivi.

Sono ormai trascorsi due anni da quando la ditta entrò nell’occhio del ciclone: quando, nello specifico, si scoprì come i liquidi contenuti nella vasca WP719, non potevano essere scaricati nella Dora Baltea, il fiume che scorre lì accanto, poichè i livelli di radioattività superavano i limiti consentiti dall’Ispra. E a darne ulteriore conferma l’Arpa, che nel proprio rapporto scrive come i sedimenti presenti nella vasca, “per la loro composizione e le concentrazioni riscontrate dovranno essere gestiti come rifiuti radioattivi”. Considerazioni che preoccupano molto i residenti della zona. “

Ciò che inquieta maggiormente gli abitanti, inoltre, è la posizione della vasca di stoccaggio, utilizzata in tutto e per tutto come un deposito a cielo aperto. La WP719, infatti, si trova nei pressi sia del corso fluviale, a poca distanza dai pozzi dell’acquedotto del Monferrato, sia di un cantiere, che espone pertanto la vasca stessa a continuo rischio per via dei mezzi che le transitano a fianco.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: