Archivi Blog

Anticipazioni Servizio Pubblico 13 febbraio 2014:

s21
Fonte Unoduetre.blog 5/03/2014 attualità
Nato sotto Sanremo, il Governo Renzi ha incassato la fiducia delle Camere, ma non [ancora] quella di Marco Travaglio, che all’indomani dell’insediamento dell’ex sindaco di Firenze a Palazzo Chigi, si è mostrato alquanto critico nei confronti del nuovo esecutivo, o meglio, del neo Premier. “O Renzi è un genio incompreso che dissimula abilmente le sue virtù salvifiche, oppure è il più grande bluff mai visto nella pur ricca tradizione italiana“; così, il vicedirettore de Il Fatto ha esordito sulle pagine del quotidiano, spiegando poi le ragioni di tale affermazione: “1) Il famoso ‘foglio excel’ con il cronoprogramma dettagliato del suo governo che aspira a durare quattro anni e con le relative cifre di copertura finanziaria per le sue promesse da 100 miliardi di euro mal contati, dov’è? 2) È senz’altro nobile che Renzi ripeta ‘se falliremo sarà colpa mia’, ‘mi gioco la faccia’ e così via: siccome però, se fallirà, a pagarne le conseguenze sarà soprattutto, per l’ennesima volta, il popolo italiano, non sarebbe più onesto e prudente evitare di prendere mille impegni da megalomane su ogni settore dello scibile umano e concentrarsi su poche cose, concrete e fattibili in tempi brevi, tanto per cominciare con il piede giusto e darci qualche assaggio di novità? 3) Nei suoi brevi, anzi lunghi cenni sull’Universo, detratte le appropriazioni indebite di stanziamenti fatti da chi l’ha preceduto, gli unici impegni precisi riguardano le riforme costituzionali (Senato e Titolo V) e quella elettorale. Ma queste sono materie squisitamente parlamentari: nessun governo si è mai occupato di Costituzione e legge elettorale. Per il resto, il programma di governo somiglia pericolosamente a quello di Letta, da cui lui ha ereditato la stessa maggioranza e 6 elementi su 16. Diciamo pure che l’unica vera novità è il premier: davvero Renzi pensa che un paese complesso come l’Italia possa essere salvato grazie all’ennesimo ‘uomo solo al comando’? Davvero vuol farci credere che l’improvviso e improvvido cambio della guardia a Palazzo Chigi mirava a sostituire il lumacone Letta col pie’ veloce Renzi, o c’è qualcosa in più che ancora ci sfugge? 4) Regnante Letta, Renzi polemizzò con i partiti che facevano melina sulla legge elettorale per tenere in vita artificialmente un governo morto con la scusa che non si poteva votare. Ora, con Renzi, rischia di riprodursi la stessa situazione: come il premier ripete, il peraltro pessimo Italicum è indissolubilmente vincolato all’approvazione delle riforme costituzionali, che non vedranno la luce prima di due anni. Gli pare corretto comprarsi la fiducia dei parlamentari (specie senatori) che vogliono tenersi la poltrona fino al 2018 per conservare la sua per quattro anni? 5) Fra conflitti d’interessi reali e potenziali, diversi neoministri rappresentano una serie impressionante di lobby private: da Cl alle coop rosse, dalle banche alla partitocrazia, da Confindustria al partito trasversale degli inquisiti. Davvero pensa che basti la sua personale ‘vigilanza’ a evitare marchette e automarchette? E questi interessi c’entrano qualcosa col fatto che nei suoi discorsi al Parlamento non c’è traccia di proposte contro mafie, evasione fiscale, corruzione, riciclaggio, criminalità finanziaria? Davvero un premier che aspira a ‘cambiare verso’ deve omaggiare come eroi nazionali i due marò imputati in India per aver accoppato due pescatori anziché i magistrati come Nino Di Matteo che rischiano ogni giorno la pelle nelle trincee dell’antimafia?“.

Annunci

Anticipazioni Servizio Pubblico 30 gennaio: trattativa Stato-mafia e …

pppp
Fonte News Supermoney.ue 29-01-2014 – di Calogero Giuffrida attualità
Anticipazioni Servizio Pubblico in onda giovedì 30 gennaio 2014 alle ore 21.10 su La7 e in diretta streaming
Le intercettazioni delle telefonate tra l’ex ministro dell’Interno ed ex presidente del Senato Nicola Mancino e l’ex consulente giuridico del Quirinale Loris D’Ambrosio finite nell’inchiesta sulla trattativa Stato – mafia.

A pubblicarle in esclusiva per la prima volta è Servizio cPubblio, il programma di approfondimento giornalistico di Michele Santoro su La7. Nella anticipazioni della puntata che andrà in onda giovedì 30 gennaio 2014 fornite da Sandro Ruotolo sul sito web di Servizio Pubblico viene diffuso la prima parte dell’audio esclusivo delle intercettazioni.

L’ex consigliere del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano finì casualmente nelle intercettazioni disposte dalla Procura distrettuale antimafia di Palermo che indaga sulla trattativa Stato-mafia.

I magistrati e gli uomini della Dia (Direzione investigativa antimafia) stavano intercettando due telefonini di Mancino, indagato con l’ipotesi di falsa testimonianza perché secondo gli investigatori non avrebbe detto quanto sapeva sulle stragi di mafia del 1992 in cui persero la vita i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e gli agenti della scorta.

Dopo aver ricevuto l’avviso a comparire dalla Procura di Palermo l’ex ministro Mancino, nel novembre 2011, telefono a D’ Ambrosio e parlò anche del “solito Di Matteo”, riferendosi al pm antimafia Nino Di Matteo.

Nell’indagine sulla trattativa Stato-mafia finirono anche quattro intercettazioni di telefonate tra l’ex presidente del Senato Nicola Mancino e il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano poi distrutte per decisione della Corte Costituzionale che ha accolto il ricorso del presidente della Repubblica il quale aveva sollevato il conflitto di poteri con la Procura distrettuale antimafia di Palermo.

Di tutto questo si parlerà nella nuova puntata di Servizio Pubblico in onda giovedì 30 gennaio 2014 alle ore 21.10 su La7 e in diretta streaming.

Servizio Pubblico, le vignette di Vauro: amore paterno

Fonte http://tv.ilfattoquotidiano.it/2013/11/07/ redazione attualità

amore paterno

Servizio Pubblico, del 14/11/2013 Puntata Good Bye Italia VIDEO “Grillo su crescita e reddito di cittadinanza” , “Bechis la retorica di Monti”, “Le vignette di Vauro “

pp
VIDEO GRILLO SU CRESCITA E REDDITO DI CITADINANZA
VIDEO BECHIS LA RETORICA DI MONTI
LE VIGNETTE DI VAURO

Servizio Pubblico 31/10/2013 , Beppe Grillo: “Il signor Napolitano: furbo e scaltro”

Dal Fatto Quotidiano.it 31 ottobre 2013 redazione attualità
lavitola
VIDEO BEPPE GRILLO

l’editoriale di Marco Travaglio “leccate a Napo e Letta Servizio Pubblico – Puntata del 25/04/2013

Servizio Pubblico – Puntata del 21/03/2013 decide grillo (video Marco travaglio Grasso non è quello che sembra, Grillo al colle)


Servizio Pubblico, puntata di stasera 21 marzo: “Decide Grillo” con Giuseppe Civati, Lara Comi e Vittorio Sgarbi

corel
fonte blogtv 21/03/2013 attualità
Nella prima serata odierna di La7, a partire dalle ore 21:10 circa, torna Michele Santoro alla guida della trasmissione politica Servizio Pubblico, con una nuova puntata dal titolo eloquente, “Decide Grillo” e sarà incentrata sui temi di attualità politica alla luce delle consultazioni odierne al Quirinale, dove questa mattina si è presentato lo stesso Beppe Grillo. A discuterne in studio insieme al padrone di casa, ci saranno l’onorevole Giuseppe Civati del Partito Democratico, Lara Comi, eurodeputato del Popolo della Libertà e Vittorio Sgarbi, critico d’arte noto al pubblico televisivo per le sue ospitate in diverse trasmissioni tv spesso caratterizzate da una forte nota polemica.

Come sempre, anche quella odierna sarà una puntata ricca di dibattiti e, quasi sicuramente, polemiche che si svolgeranno in studio, proprio sui temi stessi del nuovo appuntamento. Ad arricchire ulteriormente la serata, la presenza fissa di Gianni Dragoni, Giulia Innocenzi e Monica Giandotti, mentre in chiusura assisteremo alla nuova vignetta satirica realizzata da Vauro.
L’appuntamento all’insegna della nuova puntata di Servizio Pubblico è dunque fissata a questa sera, su La7, a partire dalle ore 21:10, ma ricordiamo che il programma politico sarà trasmesso anche in diretta streaming sul web attraverso sul sito http://www.serviziopubblico.it e ww.ilfattoquotidiano.it. La trasmissione inoltre sarà anche sulla piattaforma Web de La7, all’indirizzo http://www.serviziopubblico.la7.it, su Youtube e su Radio Radicale.

Servizio Pubblico – Puntata del 7/03/2013 (le vignette di Vauro Senesi)

Servizio Pubblico – Puntata del 28/02/2013 l’editoriale di Marco Travaglio (le ultime parole famose )

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: