Archivi Blog

le slot machine la piaga del gioco una sorta di droga dalle licenze gratis date dallo stato(il caso del sindaco di Verbania e le strane slot di Biella )


Redazione
articoli dei link presi dal fatto quotidiano del /2011/12/31 Corriere della sera e da BiellaOggi del 19/02/2012
Ricordando quanto lo stato tiene alla salute del cittadino (o meglio a spolparlo all’inverosimile) metto il link di qualche mese fa sulle licenze gratuite che fanno notare come tutelano la salute dell’Italiano i nostri amati premier.
l’affare slot machine e le licenze grattis
A Verbania e a Biella sono successi due episodi una per quanto riguarada il sindaco di Verbania che ha vietato il gioco della slo machine nelle ore mattutine ma è stato multato perchè il sindaco pur essendo riconosciuto come un responsabile della salute dei cittadini, secondo il Tar
non era abilitato a fare questo tipo di azione.
L’altro a Biella per delle slot machine camuffate da normali giochi da sala perciò non regolari.
Per quanto riguarda Biella e il Biellese il quantitivo della macchine
instalate si aggira sulle 500 unità, sulle giocate il 75% ritorna ai giocatori il 25% e distribuito tra le tassazioni o imposta dello stato
e imposte.
Le autorità che decino sugli orari di gioco e le varie regolamentazioni sono la prefettura e la questura.
Il gioco è già di per se una sorta di droga ed è diventata una sorta di piaga per il quantitativo di modalità di gioco.
Quello delle slot è considrato una dei peggiori, nel caso del Biellese le vincite su queste macchine non suparano i 100 euro e cmq sempre in
perdita perchè il budget di gioco come si è detto è pari al 75% della somma totale.
La macchina via rete e collegata con lo stato per gli introiti ed è completamente controllata datecnici statali.
la differenza con altri giochi tipo il superenalotto e che le vincite
(anche se le possibilità sono molto ridotte) può essere cmq di cifre considerevoli.
Perciò si può ritenere che questi tipi di gioco portino ad delle sorte di patologie da asuefazione senza avere reali possibilità di vincità.
Oltre a questo ovviamente si creanoi dietro a questi giochi dei giri sporchi ho notato delle sale nel Biellese costantemente vuote(il che potrebbe far pensare ad una delle tante forme di riciclaggio di denaro sporco)
Poi ci sono stati dei casi e direi molti di macchine manomesse sopratutto al sud di macchine scollegate al monopolio perciò gli introiti non venivano suddivisi per legge.
Un caso positivo e forse unico in Italia è venuto dalla questura di Biella che ha limitato l’uso dell slot non oltre le 23 e tutt’ora vigente in questo senso credo sia giusto come si è tentato a Verbania e a Biella a fasce meno pericolose per far da detrrente u aun tipologia di gioco per quel che mi riguarda nociva sopratutto al portafoglio.
Verbania Il Tar multa il sindaco anti slot-machine

BIELLA PONDERANO CERRIONE – Polizia, l’operazione “Totem Promogames” porta al sequestro di quattro macchine giochi d’azzardo illeciti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: