Archivi Blog

Le Asl impiegano mille giorni per pagare


Redazione
Gli enti pubblici hanno tempi sempre più lunghi per il pagamento dei fornitori, il che comporta che se fino a qualche tempo fa lavorare con un ente era un una garanzia di pagamento in tempi prestabiliti ora non lo è più, il che comporta dei gravi problemi per le aziende.
Le ditte fornitrici cominciano ad abbandonare i rapporti di lavoro con comuni, province etc perchè i pagamenti ad un anno o due anni siglifica non avere liquidità, non poter investire e a un certo punto chiudere, a meno che non ci sia un commissariamento allora il discorso cambierebbe perchè i creditoti sarebbero pagati a ritmi regolari.
Articolo preso dalla redazione del Fatto Quotidiano del 8/01/2012
i tempi dei pagamenti da parte della Asl alle ditte fornitrici sono eterni in Italia: in un caso limite arrivano a superare anche i
quattro anni, ma in almeno otto aziende sanitarie, tra Campania e Calabria, si passano i 1.000 giorni. È quanto ha rilevato la Cgia di Mestre che ha stilato la graduatoria nazionale dei tempi di pagamento alle imprese fornitrici in sanità. Secondo lo studio solo
due Asl su 286, lo 0,7% del totale, pagano le imprese fornitrici entro 60 giorni: sono quelle di Crema (46) e Mondovì (23). Con 1.676 giorni, oltre quattro anni e sette mesi, spetta all’Azienda sanitaria locale di Napoli 1 Centro la maglia nera. Segue l’Asl San Sebastiano di Caserta dove i pagamenti vengono onorati dopo 1.414 giorni (poco più di tre anni e dieci mesi), mentre in quella provinciale di Crotone
ne occorrono 1.335 (tre anni e otto mesi). La Cgia segnala l’Ospedale Federico II di Napoli (1.321 giorni), l’Ospedale di Cosenza (1.257 giorni), l’Asl di Salerno (1.157 giorni), quella Pugliese di Ciaccio-Catanzaro (1.038 giorni) e l’Asl di Cosenza (1.033 giorni). L’importo
complessivo delle fatture che le Asl devono ancora pagare alle aziende è di 40 miliardi di euro.

Se insoluti e tasse fanno sparire le Partite Iva

Se insoluti e tasse fanno sparire le Partite Iva.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: