Archivi Blog

Datagate. Il governo britannico “invita” all’autocensura

corel
Il Guardian ha rivelato come, appena dopo le prime pubblicazioni in merito al Datagate, il governo britannico abbia inviato alle maggiori testate ed emittenti televisive una “D Notice”, un avviso che invita all’autocensura
articolotre Redazione- -18 giugno 2013- attualità E’ partita la censura. A darne notizia è il Guardian, che oggi ha spiegato come, il 7 giugno scorso, appena dopo che le prime rivelazioni sul cosiddetto “Datagate” vennero pubblicate, il Ministero della Difesa britannico si è mosso per censurare il tutto e tagliare così le gambe ai media che dello scandalo hanno parlato.

Si tratterebbe di un avviso di censura, una “D Notice“, ovvero un sistema creato nel Regno Unito per evitare che vengano diffuse informazioni in grado di compromettere operazioni militari o spionistiche; l’avviso, che non è vincolante, fa pressione sulle testate e sull’emittenti perchè non mettano “a rischio la sicurezza nazionale e quella del personale britannico”, evitando di parlare di determinate questioni e dunque autocensurandosi.

Secondo quanto riportato dal Guardian, a ricevere l’inquietante notifica da parte del Ministero sono stati i maggiori quotidiani nel paese, nonché le più importanti televisioni come la Bba, Sky News e Itn.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: