Archivi Blog

Piemonte il Pm Guariniello Protesi d’anca tossiche: è allarme

corel
Articolotre 11/05/2013 redazione attualità
Due modelli commercializzati dalla Depuy rilasciano sostanze tossice nell’organismo. Migliaia i pazienti a rischio. Guariniello ha inscritto nel registro degli indagati cinque amministratori delegati della società

Redazione- -11 maggio 2013- Difettosi e tossici. Questo è emerso a seguito di un primo esame su due modelli di protesi d’anca prodotti dalla Johnson e Johnson e commericalizzati in Italia dalla Depuy.

Secondo le analisi, un paziente su otto è obbligato a sottoporsi a un secondo intervento, a distanza di poco tempo dal primo, per poter far fronte ai nuovi problemi di salute che le protesi determinano sull’organismo. Questi modelli, infatti, posseggono delle componenti metalliche che, sfregandosi tra loro, rilasciano microparticelle nel sangue, nonchè ioni cromo e cobalto in quantità tossiche.

Solo in Italia, tra il 2003 e il 2010, 1500 dei 4800 pazienti a cui le protesi erano state impiantate, si sono dovuti sottoporre ad un intervento di sostituzione, mentre, a livello globale, si parla di circa 12mila operazioni simili già effettuate su 90mila pazienti.

Intanto, sebbene l’azienda parli di una percentuale che si aggira tra il 12 e il 13% di protesi da sostituire, cinque amministratori delegati della Depuy Italia sono stati iscritti sul registro degli indagati dalla procura di Torino. Il Procuratore Raffaele Guariniello, infatti, ha mosso contro di loro l’accusa di frode in commercio e commercializzazione di prodotti dannosi per la salute

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: