Archivi Blog

Corruzione, il Csm conferma l’allarme “Ricadute dannose dalla prescrizione” (Liana Milella).

Corruzione, il Csm conferma l’allarme “Ricadute dannose dalla prescrizione” (Liana Milella)..

Annunci

BENVENUTI IN LOMBARDIA LA PIÙ INQUISITA D’I TA L I A


Redazione del Fattoquotidiano.it
Milano
C’è la corruzione e la bancarotta, ma anche il favo-
reggiamento alla prostituzione, la truffa ai danni dello Stato, oscuri dossier e rapporti poco chiari come uomini della ’ndrangheta. È il Pirellone degli indagati. Ad oggi, 12 politici lombardi di quasi tutti gli schieramenti. Buona parte della presidenza del Consiglio regionale, ad esempio. S’inizia con Filip po Penati (Pd): tangenti per l’area Falck di Sesto San Giovanni. Si passa alla Lega nord con Davide Boni, lui, presidente del Consiglio regionale, è accusato di corruzione. Ambito: edilizia, naturalmente. Bonifiche e altro, invece, sta nel curriculum del vicepresidente Pdl Nicoli Cristiani: inchiesta Brebemi e mazzette pagate dall’im prenditore Pierluca Locatelli. Il brianzolo Massimo Po n zo n i , fedelissimo di Formigoni, è a processo per la bancarotta di una società immobiliare. Nulla, invece, per i suoi rapporti (non provati del tutto) con uomini vicini ai clan. Gianluca Rinaldin (Pdl, consigliere) è a proces-
so per la cosiddetta “tangen topoli lariana”. L’elenco è lungo. Le accuse sono varie. La consigliera regionale Pdl Nicole Minetti è alla sbarra per il Ruby-gate: favorì, secondo i pm, la prostituzione (non solo di Karima El Mahroug). Giovani, dunque, e figli d’arte. Come R e n zo Bossi il trota che sul registro degli indagati ci finisce per truffa allo Stato. Inchiesta sui fondi del Carroccio, gestiti dall’ex tesoriere Francesco Belsito. Ancora Pdl, fronte ex An. Romano La Russa, assessore alla Sicurezza. Inchiesta sulle case popolari. Accusa: finanziamento illecito. Non in ordine alfabetico ecco Angelo Giammario (consigliere Pdl): appalti per il verde pubblico, indagato per corruzione e finanziamento illecito. Nulla, ancora una volta, per i suoi rapporti (provati in parte) con i boss della ’ndrangheta. Ma ci sono anche politici (è il caso di Daniele Belotti, Lega) che inciampano in accuse che con la politica c’entrano poco: calcio violento, roba da ultras, curva Atalanta. Alla fine, ecco il capo, il governatore, il presidente della Re-gione più ricca (e forse corrotta) d’Italia: Roberto Formigoni. Per lui corruzione e finanziamento illecito. A far da contorno funzionari e dirigenti: Alessandra Massei, ex alla Programmazione sanitaria. Accusa: riciclaggio. Inchiesta: fondi neri della fondazione Maugeri. E Carlo Lucchina, dg dell’assessora to alla Sanità. Indagato per turbativa d’asta su finanziamenti regionali. (da. mil.)

Il default della Grecia. le similitudini con L’Italia

Il default della Grecia..

Giulia Innocenzi Avaaz.org Italia senza Corruzzione? petizione online


Cari amici in Italia,

Abbiamo l’opportunità storica di far passare una legge forte contro la corruzione, ma solo se saremo in tanti riusciremo a mettere al tappeto il partito di Berlusconi, che sta facendo di tutto per far passare una legge annacquata e inutile. Mancano pochi giorni alla discussione in Parlamento: firma la petizione e fai il passaparola con tutti!
Fra pochi giorni il Ministro della giustizia annuncerà i pilastri della nuova legge anti-corruzione: potrebbe essere l’occasione migliore che l’Italia abbia mai avuto per fermare questo crimine odioso. Ma se non saremo in tanti a intervenire ora potremmo ritrovarci con una legge annacquata e inutile.

La nuova legge potrebbe dare ai giudici gli strumenti necessari per le indagini, vietare ai politici corrotti di candidarsi e proteggere chi sporge denuncia contro abusi e irregolarità. Il partito di Berlusconi sta facendo di tutto per indebolire la legge, ma con le elezioni amministrative alle porte i nostri politici sono molto attenti all’opinione pubblica. Se saremo in tanti a ricordare che il loro voto su questa legge potrebbe costare loro la rielezione, potremmo portare a casa la legge anti-corruzione di cui ha bisogno il paese.

La corruzione ci costa 60 miliardi di euro l’anno, per non parlare delle sue conseguenze velenose sulla nostra democrazia. Ora abbiamo un’opportunità unica per invertire la rotta, ma ci rimangono pochi giorni per dire la nostra prima che la legge sia discussa in Parlamento. Clicca sotto per firmare la petizione per ripulire la nostra democrazia una volta per tutte e fai il passaparola con tutti:
Petizione online anticorruzzione

Marco Travaglio -(video) Che tempo che fa 18/02/2012 parla della corruzzione

Governo – Lesti contro i pensionati Lenti contro i corrotti (Paolo Flores d’Arcais).

Governo – Lesti contro i pensionati Lenti contro i corrotti (Paolo Flores d’Arcais)..

Contro la corruzione il consulente dei corrotti (Marco Travaglio).

Contro la corruzione il consulente dei corrotti (Marco Travaglio)..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: