ASSICURAZIONI DI STATO, PREMI D’ORO AI MANAGER

ppp
Fatto Quotidiano del 23/04/2014 redazione attualità
Saranno tutti e quattro bravi, bravissimi, geni della finanza, maghi del credito e delle as- sicurazioni. E di sicuro avranno lavorato sodo e sudato parecchio l’am- ministratore delegato, il presidente e i due diret- tori per centrare gli obiettivi che si erano preposti. Ma anche con- siderato tutto questo, sono davvero una cifra spropositata i circa 4 mi- lioni di euro di premio (in gergo Mbo: Manage – ment by objectives ) con cui sono stati gratificati nel giro di appena 12 mesi, in media un milio- ne a testa. Una somma che i quattro, Alessan- dro Castellano, Ad, Gio- vanni Castellaneta, pre- sidente, Raoul Ascari e Roberto Taricco (diri- genti della struttura operativa e della finan- za), hanno potuto ag- giungere allo stipendio consueto incassato a fi- ne mese. S U CC E D E alla Sace, un gruppo assicurativo-fi- nanziario che garantisce il credito alle esportazio- ni, assiste le imprese al- l’esteroe proteggegliin- vestimenti. Una società per azioni di proprietà pubblica, posseduta fino a un anno e mezzo fa dal ministero dell’Economia e delle Finanze e poi ceduta per oltre 6 miliardi di euro alla Cassa depositi e prestiti, control- lata a sua volta per oltre l’80 per cento dallo stesso ministero, che ha la for- tuna di avere nei forzieri una liquidità gigantesca. I superbonus attribuiti ai quattro dirigenti sono il risultato di tre voci: il premio annuale distri- buito a marzo 2013, più quello erogato a febbraio 2014, più un’altra cifra relativa al triennio, lega- ta all’andamento dell’a- zienda nel breve-medio periodo. La somma più consistente, in totale non moltodistante dai2 milioni di euro, è stata corrisposta all’ammini- stratore Castellano. Il presidente Castellaneta, invece, ha incassato assai meno, circa mezzo milione di euro che ha potuto comunque somma- re ad altre entrate, tra le quali l’emolumento che gli spetta in quanto consigliere di amministrazione di Finmeccanica, carica che secondo alcuni potrebbe essere in conflitto con quella rico- perta alla Sace. E poi la pensione da ex amba- sciatore, avendo Castal- laneta una lunga e presti- giosa carriera diplomati- ca alle spalle conclusa al- la fine del decennio pas- sato nella sede di Wa- shington. Al dirigente della Tesoreria, Taricco, e a quello della struttura operativa, Ascari, ex pre- sidente di Sace Bt, una controllata dai conti non proprio in ordine, sono stati erogati circa 800 mila euro ciascuno. LA SACE non è un carrozzone pubblico, anzi, stando almeno ai risultati di bilancio è un gioiel- lino. Considerato da questa angolazione il superpremio i dirigenti quindi non l’hanno rubato. Dal 2004 in poi, cioè da quando Sace da ente pubblico divenne società per azioni, i ma- nager hanno inanellato un filotto di bilanci in at- tivo distribuendo divi- dendi all’azionista Stato. Quattrocento milioni di euro di utili circa in me- dia ogni anno, 2 miliardi e mezzo di dividendi in un decennio. Ma resta una domanda: è giusto che in una società pubblica e in un momento come questo di restrizioni e sacrifici i dirigenti portino a casa solo di premio di produzione una somma che è un multiplo di una quarantina di volte dello stipedio medio di un anno in- tero di un qualsiasi im- piegato di quell’azienda? Facendo leva sui brillan- ti risultati ottenuti ora lo Stato per fare un po’ di soldi pare intenzionato a vendere ai privati una quota della Sace, si dice fino al 40 per cento. An- che se il presidente della Cassa depositi e prestiti, Franco Bassanini, ha messo i puntini sulle i facendo presente che lo Stato non può cedere due volte lostesso cespite, laSace, laprima volta alla Cassa stessa e la se- conda al mercato. Diverso il discorso se la Sace fosse collocata in Borsa e una quota di essa offerta al mercato: l’eventuale plusvalenza ottenuta con la vendita delle azioni potrebbe essere retrocessa dalla Cassa depositi allo Stato.

Annunci

Informazioni su piemontenews

aderente al ms5 Biella al comitato dell'Acqua pubblica

Pubblicato il aprile 23, 2014, in attualità, Uncategorized con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: