EBAY Le strane offerte per l’asta delle auto blu

ppp
Fatto Quotidiano del 15/04/2014 di Tommaso Rodano attualità
Comprereste un’auto blu usata, su eBay, da Matteo Renzi e dal governo italiano? La risposta degli utenti sul sito di commercio on line è affermativa. Le offerte fioccano e le vendite procedono a ritmi sostenuti. Eppure non manca qualche anomalia. Nelle aste virtuali delle vetture di Palazzo Chigi, le valutazioni delle macchine si gonfiano e si sgonfiano all’improvviso, con offerte (spesso fuori mercato) che compaiono e vengono ritirate in modo repentino e un po’ sospetto. FACCIAMO un passo indietro. Le vetture di Stato in vendita sono in tutto 151. Per ora sono state piazzate le prime 33. Il totale del denaro raccolto è di 254 mila euro. Una media di 7.600 per macchina. Fin qui tutto bene. Per accorgersi delle stranezze, si deve sfogliare la cronologia completa delle offerte presentate per ogni auto blu venduta. Una a caso: la Lancia Thesis Jtd del 2008 con 206 mila chilometri e rotti nel motore. È stata piazzata per 10.450 euro il 7 aprile. Se si sfoglia l’elenco delle offerte, ce n’è una decisamente più alta del prezzo finale. Il 28 marzo, per la stessa macchina, l’utente n***a aveva ri- lanciato fino a 14.000 euro. Due giorni dopo, si è rimangiato l’offerta. È insolito, ma può capitare, anche se la policy di eBay su questo tipo di operazioni dovrebbe essere piuttosto severa. Il ritiro dell’offerta, si legge sul sito, dovrebbe essere permesso solo in “circostanze eccezionali”(spiegate con dovizia di particolari e con la promessa di prendere provvedimenti: “eBay effettuerà indagini approfondite sui ritiri delle offerte, l’abuso di questa opzione può risultare in una sospensione dell’account”). Il fatto è che queste “circostanze eccezionali” compaiono in quasi tutte le aste per le auto blu del governo. Altro esempio: un’Alfa Romeo del 2001 con 94 mila chilometri è stata veduta per 3020 euro il 12 aprile. L’8 aprile l’utente r***l aveva presentato un’offerta di 5.400 euro, cancellata il giorno stesso, dopo una manciata di ore. Addirittura f***e (che eBay specifica essere, stavolta, un “utente non registrato”) aveva lanciato una proposta folle di 30 mila euro,durata il tempo di una giornata. E ancora: l’Alfa 166 del 2007, acquistata il 6 aprile per 7.100 euro, era stata oggetto di una seriedi rilanci ben oltre la cifra dell’affare finale: 8 mila, 9 mila e anche 10 mila euro. Tutti scomparsi. Come nella stragrande maggioranza degli altri casi. QUALCOSA , nella gestione di queste aste, deve essere andato storto, permettendo di partecipare anche a chi non era davvero interessato e facendo lievitare per qualche ora la valutazione delle vetture. Per fortuna, il gruzzoletto delle auto blu non sarà una delle voci decisive della prossima spending review: non ci sarà bisogno, insomma, di manovre correttive ogni volta che qualcuno si mette a giocare su eBay.

Annunci

Informazioni su piemontenews

aderente al ms5 Biella al comitato dell'Acqua pubblica

Pubblicato il aprile 16, 2014, in attualità, Uncategorized con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: