Cazzotti in Cgil, la Camusso imbavaglia Cremaschi (pugni sindacali)

ppp
CALCI, SPINTONI E UN DELEGATO ALL’OSPEDALE: “CHIEDEREMO LE DIMISSIONI DEL SEGRETARIO GENERALE”. OGGI L’ASSEMBLEA DELLA BASE PER LANDINI
Fatto Quotidiano del 15/02/3014 di Salvatore Cannavò attualità
In Cgil l’aria diventa sempre più irrespirabile. Dopo giorni di accuse, mancate scuse e ricorsi disciplinari, ieri sono volati anche i pugni. Anzi un’aggressione come se fosse stata “una carica della polizia”, denuncia Giorgio Cremaschi, leader della minoranza interna, quella della Rete 28 aprile che al congresso in corso ha presentato un documento alternativo. Nulla a che vedere con la Fiom, insomma. Però, il caso avvenuto al Teatro Parenti di Milano ha avuto un effetto traumatico per tanti dirigenti e militanti del sindacato di Susanna Camusso. Che, nelle parole di Cremaschi, viene definita “ unfit ”, cioè inadatta a guidare la Cgil. “Pre- senteremo una mozione di sfiducia al direttivo del 26 febbraio”dice ancora l’ex dirigente Fiom oggi iscritto al Sindacato dei pensionati, “a questo punto deve dimettersi”. I fatti sono piuttosto inquietanti. Ieri mattina la Cgil lombarda aveva convocato un attivo di delegati delle categorie non industriali, quindi escludendo la Fiom, per discutere dell’estensione dell’accordo del 10 gennaio – lo stesso che ha provocato lo scontro tra Camusso e Landini – a tutti i lavoratori. Incontro interpretato dalla Fiom come una manovra per coagulare il consenso attorno al segretario gene- rale e isolare il sindacato dei metalmeccanici. Tanto che la Fiom lombarda e quella milanese, nei giorni scorsi hanno protestato ripetuta- mente per la propria esclusione. É IN QUESTA SALA che Cremaschi e una quindicina di delegati della minoranza sono potuti entrare solo dopo una serie di spintoni e discussioni con il servizio d’ordine del sindacato. Una volta ascoltata la relazione del segretario della Filcams – la categoria del commercio, turismo e terziario – elogiativa dell’accordo con- siderato come molto utile per i propri rappre- sentati, Giorgio Cremaschi e un delegato mi- lanese della Funzione pubblica, Nico Vox, si sono avvicinati alla presidenza per chiedere l’in – tervento di quest’ultimo. Dopo il “no”dal palco, racconta ancora Cremaschi, “è partita una ca- rica, siamo stati spintonati e buttati giù dalle scale”. Vox è finito all’ospedale e poi si è recato al commissariato per sporgere denuncia. “Sia – mo stati aggrediti da una squadraccia”aggiunge il leader sindacale che denuncia la Cgil come un’organizzazione “che non garantisce le libertà fondamentali”. Dal canto suo Susanna Camusso si è scusata. Non con gli aggrediti, però, bensì con i delegati sul palco “ai quali è stato mancato di rispetto, innanzitutto con l’affermazione che non c’era nessuna volontà di ascoltare le voci che partono dai loro luoghi di lavoro”. La Fiom milanese ha precisato di non aver avuto nulla a che fare con l’episodio e di voler condannare tutti gli episodi di violenza. Ma allo stesso tempo ha specificato di “non comprendere” come mai sia stato negato l’intervento a un dirigente nazionale” (in realtà era Vox che voleva intervenire) in una “logica cen- soria che dovrebbe essere estranea alla vita della Cgil”. L’episodio contribuisce ad alimentare la ten- sione. L’ assemblea di Milano era stata accusata nei giorni scorsi di essere solo un ritrovo della maggioranza della Cgil per “blindare” il segre- tario generale. A questa si contrappone l’as – semblea autoconvocata che si terrà oggi al Palanord di Bologna dove, alla presenza di Lan- dini, si schiererà il fronte opposto, coloro che vogliono il ritiro dell’accordo del 10 gennaio. A questa assemblea, dicono i promotori, “abbia – mo invitato anche Susanna Camusso ma non abbiamo avuto risposta”.

Annunci

Informazioni su piemontenews

aderente al ms5 Biella al comitato dell'Acqua pubblica

Pubblicato il febbraio 16, 2014, in attualità, Uncategorized con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: