Cota ricorre, ma la Lega vuole votare

pppp
SALVINI SPERA CHE RENZI FACCIA CADERE IL GOVERNO E SFIDA MARONI SULLE ALLEANZE: BASTA SILVIO
Fatto Quotidiano del 14/01/2014 di Davide Vecchi attualità
Milano Cota sarà ricandidato”. Il segretario del Carroccio Matteo Salvini sceglie l’unica strada percorribile: rimandare le decisioni nella speranza di trascinare la giunta piemontese alla scadenza naturale del 2015, in attesa di vedere quando e come finirà il governo romano. Anche in via Bellerio, infatti, l’attenzione è rivolta a Matteo Renzi . L’eventuale tramonto anticipato dell’esecutivo Letta, ragionano i colonnelli nel fortino leghista, porterà alle urne anche il Piemonte e “se a maggio si votasse per Europee, Politiche e regione allora la partita è tutta da giocare anche per noi”. “Siamo pronti a votare anche domani”, conferma Salvini. Chi candidare si vedrà poi, in base alle future alleanze. Scacchiere sul quale tutto può accadere. Poco importa se oggi l’unica certezza è che il fu- turo sfidante del centrodestra di Sergio Chiamparino non sarà un uomo della Lega: da Roberto Maroni , oltre alla guida del partito, Salvini ha ereditato anche l’accordo stretto con Silvio Berlusconi , senza il quale l’ex ministro mai avrebbe con- quistato la presidenza della Lombardia. Ma il segretario del Carroccio confida di poter rivedere quel contratto, considerato che il Pdl non esiste più e gli eredi Forza Italia e Nuovo Centro Destra, al Nord sono divisi quasi su tutto. Ma anche in casa Lega esistono diversi attriti. Uno sututti: Maroni.“Prima ha voluto lasciareaogni costo il partito a Matteo e ora sembra quasi di- vertirsi a parlare al posto suo”, lamenta un esponente della prima linea padana. Non ha parteci- pato alla fiaccolata in difesa di Roberto Cota e ieri s’è presentato insieme ad Angelino Alfano a una conferenza stampa a Milano contro le infiltrazioni mafiose in Expo 2015. In veste istituzionale di governatore della Lombardia, certo, ma il mini- stro dell’Interno è anche leader di Ncd e questa ostentata amicizia non convince. Inoltre l’aver dichiarato domenica la propria stima nei confronti di Chiamparino, candidato in pectore del Pd alla guida del Piemonte, sostenendo che con lui si può proseguire a lavorare per il bene del Nord, ha gettato altri dubbi sulle reali intenzioni di Maroni. Salvini, mostrando capacità politiche di bossiana memoria, resta a guardare e prende tempo. Ieri la giunta del Piemonte ha dato il via libera al ricorso al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar che venerdì ha annullato leelezioni regionali del 2010. L’avvocato Angelo Clarizia ha avuto mandato di chiedere la sospensiva alla sentenza. Con ogni probabilità l’atto sarà però pre- sentato non prima del deposito delle motivazioni della sentenza, il cui termine scade lunedì prossimo. E proprio per lunedì Salvini ha convocato la segreteria federale nel quartier generale di via Bellerio. Nel frattempo il leader del Car- roccio sfrutta la vicenda Cota per fare campagna elettorale contro i magistrati che “sono su Scherzi a Parte ”, dice. “Giudici che si pronunciano dopo 4 anni, fra l’altro smentendo altri giudici, non esi- stono neanche in Ruanda e Burundi”, ha ribadito. Difficile per chiunque dargli torto. Certo Cota non lo aiuta. Si è definito un “perseguitato dalla giustizia” e ha ritirato fuori la storia dei boxer verdi acquistati negli Stati Uniti e rimborsati dalla Regione per cui rischia, insieme ad altri quaranta consiglieri regionali dallo scontrino facile, il rinvio a giudizio. “Lo ricandideremo”, garantisce granitico Salvini prima di mandare un messaggio a Berlusconi che sta valutando Giovanni Toti come possibile leader del centrodestra. “Toti chi? Non lo conosco; servono primarie di coalizione e noi sosterremo Flavio Tosi”. Del resto, ha concluso, “l’alleanza con il centrodestra finora non ci ha portato gran- ché”. Insomma: caro Silvio è tutto da rivedere.

Annunci

Informazioni su piemontenews

aderente al ms5 Biella al comitato dell'Acqua pubblica

Pubblicato il gennaio 15, 2014, in attualità, Uncategorized con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: