Rivoluzione allo Ior. Papa Francesco caccia 1.200 correntisti

ior1
1.200 correntisti dello Ior sono stati “cacciati” nell’ambito della rivoluzione della banca vaticana, voluta da Papa Francesco.
articolotre Redazione del 8/12/2013 attualità
– Che Papa Francesco facesse sul serio, nell’ambito dello Ior, non c’era da dubitarne. D’altra parte, già all’indomani della sua elezione aveva annunciato che avrebbe “ripulito” la controversa banca vaticana, da decenni al centro di scandali e operazioni poco trasparenti.
Ora, però, le cose stanno cambiando. E l’ultima novità voluta dal Santo Padre si configura come epocale. 1.200 correntisti della banca, infatti, sono stati raggiunti da altrettante missive da parte dell’Istituto, in cui li si rende consci del fatto che non sono più graditi. Il nuovo Ior, infatti, limiterà i propri rapporti “alle istituzioni cattoliche, ecclesiastici, dipendenti o ex dipendenti del Vaticano titolari di conti per stipendi e pensioni nonché diplomatici accreditati presso la Santa Sede”. Di conseguenza, tutti gli altri dovranno sparire, con i propri soldi: 300 milioni di euro in meno.
Sebbene le lettere siano state spedite a settembre, solo ora emergono. Il Corriere dela Sera ne pubblica alcuni passaggi e spiega che la “dead line” è stata lo scorso 30 novembre, termine da dopo il quale, come scrisse l’allora presidente ad interim Ernst von Freyberg, “si applicheranno le disposizioni interne previste per il recesso da parte dell’Istituto”.
Restano dunque, nell’elenco dei correntisti, circa 19mila persone, ma anche per loro le cose non saranno “facili” come un tempo. A ciascuno di questi, infatti, è giunta una lettera contenente la revisione della propria posizione, in qualità di cliente, a fini di antiriciclaggio. In pratica, ciascuno ha ricevuto un punteggio compreso tra 1 e 5, rappresentante il rischio di incorrere in attività illecite. Nel quinto livello sono stati inseriti i cardinali, considerati “persone politicamente esposte”, così come, internazionalmente, lo sono i capi di governo e i ministri. Niente più che una prassi standard, dunque, ma che ha sollevato non pochi malumori: tanto più che numerosi cardinali e vescovi hanno già deciso di cambiare banca.

Annunci

Informazioni su piemontenews

aderente al ms5 Biella al comitato dell'Acqua pubblica

Pubblicato il dicembre 9, 2013, in attualità, Uncategorized con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Commenti disabilitati su Rivoluzione allo Ior. Papa Francesco caccia 1.200 correntisti.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: