Tragedia Sardegna. Il fax di allerta massima era stato inviato, ma gli uffici comunali erano chiusi

fax-allerta-idrogeologico-224x300
arrticolotre del Giovedì, Novembre 21, 2013 Redazione attualità –
Il fax con l’allerta era arrivato, ma i municipi erano già chiusi. Lo ha reso noto il sito internet del Corriere della Sera.
La catastrofe che ha devastato la Sardegna con 16 morti era stata prevista e segnalata dalla Protezione Civile attraverso un fax inviato ai municipi che, di domenica, erano chiusi. Il comunicato di allerta con il massimo della gravità era quindi arrivato dodici ore prima del disastro, ma non aveva trovato nessuno a riceverlo. Il lunedì mattina, ormai, era tardi. Crescono le polemiche attorno alle istituzioni, accusate di aver sottovalutato i bollettini meteo.
A parlare è anche Antonio Sanò di “Ilmeteo.it” che sostiene di aver avvertito della pericolosità della perturbazione in arrivo già dalle previsioni del giovedì. I cittadini, che sono al lavoro per dare sostegno alle persone in difficoltà, agli sfollati e alle famiglie delle vittime, se la prendono con forza contro i propri politici. “Ora si danno da fare per sistemare la situazione ma prima approvano programmi edilizi e urbanistici che sfasciano il territorio”, dice il leader dei Verdi Angelo Bonelli.
E parte immediato il botta e risposta con il governatore della regione Ugo Cappellacci: “Basta giocare bluff da biscazziere da strapazzo”.
Interviene anche il capo della Protezione Civile, Franco Gabrieli, che difende le previsioni metereologiche: “Sicuro che se i sindaci sapessero quali sono le loro responsabilità sulla protezione civile avremmo una crisi vocazionale – spiega – Si lamentano per i soldi che non hanno e perché si sentono soli ma chi vuole sa come organizzarsi, anche nei Comuni piccolissimi”.

Annunci

Informazioni su piemontenews

aderente al ms5 Biella al comitato dell'Acqua pubblica

Pubblicato il novembre 22, 2013, in attualità, Uncategorized con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: