Cancellieri umanitaria si fa salvare dal Pdl

Da Il Fatto Quotidiano del 04/11/2013.Silvia D’Onghia attualità4RIA-319820-Preview

RICHIESTA DIMISSIONI.

Sicuramente Annamaria Cancellieri si presenterà stamattina a Strasburgo col piglio deciso che ha sfoderato sabato durante il congresso dei Radicali. Dopo aver tentato di convincere i giornalisti che la telefonata ai vice capi del Dap per salvare Giulia Ligresti da gesti inconsulti fu dettata solo da ragioni “umanitarie” (“Se si fosse suicidata, non sarei stata responsabile?”. Peccato che la preoccupazione della Cancellieri è arrivata prima dell’allarme-salute), oggi il ministro della Giustizia dovrà cercare di convincere i vertici del Consiglio d’Europa che l’Italia sta facendo tutto il possibile per risolvere il problema del sovraffollamento carcerario e per riformare la giustizia. Chissà se il presidente della Corte europea dei diritti umani, il lussemburghese Dean Spielmann, le chiederà di spiegare non quella telefonata, ma tutti i silenzi di fronte ai detenuti che si suicidano perchè le condizioni degli istituti penitenziari non sono duri solo per una vip-mamma anoressica. Certo è che lo stato d’animo del Guardasigilli è rimasto tranquillo, forte delle altre 110 segnalazioni inviate e della solidarietà di quasi tutta la maggioranza.

Domani la Cancellieri dovrà presentarsi prima in Senato e poi alla Camera, dove è plausibile che porterà l’elenco di tutti i gesti umanitari effettuati da quando siede sulla poltrona di via Arenula. Già ieri circolavano i primi “pizzini”: “Dottor Cascini (Francesco, uno dei due vice del Dap insieme con Luigi Pagano, ndr), cosa possiamo fare?”, scritto a margine della lettera di un detenuto.

NON CI SARANNO colpi di scena, dunque, dopo il sostegno di Palazzo Chigi: “Chiarirà tutto”, il comunicato diffuso due minuti dopo l’ultima risposta della Cancellieri. E lo ha confermato ieri anche Renato Brunetta a SkyTg24 : “Chiederemo le dimissioni? Certamente no – ha detto il capogruppo Pdl alla Camera –. Ho espresso in una lettera la mia solidarietà al ministro. La stessa solidarietà che esprimerò martedì alla Camera. Ma no a due pesi e due misure, come avviene per Berlusconi”. Del resto come fare a non essere solidali con un’amica intima dei Ligresti , nel cui complesso immobiliare pariolino si vive in tanti? Brunetta, le sorelle Geronzi, Mauro Masi (non Rocco Buttiglione, come erroneamente scritto ieri: l’esponente cattolico vi abitava prima dell’arrivo dei Ligresti): via Tre Madonne, la parte più alta del quartiere Parioli, è un sovraffollamento di politici e imprenditori, quasi tutti di destra. La tenuta del governo non è certo in dubbio, ha ribadito Raffaele Fitto: “Non useremo questa vicenda in modo strumentale per indebolire l’esecutivo”. Basterà continuare a martellare, come vuol fare Gasparri, sui pesi e sulle misure: 7 anni a Silvio per la telefonata in Questura, neanche un registro degli indagati per Annamaria. Semmai il governo avesse bisogno di ulteriori ricatti. “Paragoni pretestuosi”, commenta infatti il responsabile Giustizia del Pd, Danilo Leva.

Il Movimento 5 Stelle rimane più o meno isolato nel chiedere le dimissioni. Dal Pd diviso anche su questo si levano timide voci: “Avrebbe dovuto interpretare la vicenda con molta più cautela – afferma con coraggio Pippo Civati –, non va bene rivendicare con orgoglio una vicenda imbarazzante, a meno che il ministro non intervenga in tutti i casi di segnalazione”. Anche i renziani pare stiano valutando il da farsi. Sull’altro fronte, massima cautela: “Non sono per il ‘fuori subito’ come sostengono altri – l’immediata risposta dell’altro candidato alla segreteria, Gianni Cuperlo –, ascolteremo con attenzione le sue parole”.

Annunci

Informazioni su piemontenews

aderente al ms5 Biella al comitato dell'Acqua pubblica

Pubblicato il novembre 4, 2013, in attualità, Uncategorized con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 8 commenti.

  1. E’ possibile contattare la redazione o chi scrive su questo sito? Dovrei chiedere delle informazioni o telefoniche oppure tramite mail. Lascio il mio indirizzo di posta elettronica nel caso in cui l’autore mi voglia contattare r_trm@hptmail.it

    • se mi fa la domanda cerco di rispondere tramite email. questo e semplicemente un blog di volontariato se posso essere utile ben volentieri
      non metto l’email a causa degli spam se mi ritrovo la posta intasate ma se è importante per lei le do un indirizzo spero che rimanga anonimo se no mi mi ritrovo sommerso di email o di spam :-)

  2. In riferimento al post precedente, ho scritto male l’indirizzo. Quello corretto è r_trm@hotmail.it

  3. Grazie a lei. Se mi scrive alla mail che le ho lasciato le rispondo e le spiego il motivo per cui l’ho contattata. Le ripeto la mail r_trm@hotmail.it

    Grazie infinite

  4. Come contattare il ministro cancellieri per esternare il disgusto per le assunzioni del dipartimento penitenziario e in particolare la posizione dei tanti idonei ai concorsi per allievo polizia penitenziaria discriminati e scartati in base a criteri di reclutamento che privilegiano max concorsi per pochi centinaia di posti sottoponendo le famiglie a spese e inutili sacrifici visto le palesi prevaricazioni che avvantaggiano figli e consanguinei degli appartenenti del DAP , nessun altro ministero si comporta nei confronti degli idonei con modalità così discriminanti tanto da far ritenere che il destino di questi onesti figli di questa società meritano meno attenzione sociale rispetto a coloro che disgraziatamente si sono macchiati di delitti e pene. Una mamma disperata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: