La Corte dei conti contesta altre spese al sindaco di Firenze PALAZZO VECCHIOGRAVE IRREGOLARITÀ CONTABILE IN CONTRASTO CON LA FINANZA PUBBLICA“


Fatto Quotidiano 30/11/2012 i Giampiero Calapà e Sara Frangini attualità
S e sarò il presidente del Consiglio non avrò nel mio governo più di dieci ministri”. Così ha promesso Matteo Renzi, in- dicando la strada per l’abbattimento delle spese pazza della co- siddetta Casta. Peccato che nella sua città si abbatte una nuova stangata da parte della Corte dei conti. Al vaglio le casse di Palazzo Vecchio. Bilancio alla mano, i giudici contabili hanno rilevato “un ammontare della previsione di spesa di personale nel 2012 non conforme al limite previsto”. È quanto si legge nella deliberazione deigiudicicontabili,datata27 novembre2012,incuivienespe- cificato che l’importo “risul – ta superiore al 50% del totale della spesa sostenuta per le stesse finalità nell’anno 2009 o triennio 2007-2009 (120,26%)”. La scelta va a co- stituire una situazione criti- ca, “aggravata dalla previsio- ne nell’anno 2012 di nuove assunzioni di personale, rin- novi, proroghe dei contratti a tempo determinato”. ELEMENTI che contribui- scono a formare una “grave irregolarità contabile in contrasto con la normativa e i principi generali ai fini del coordinamento della fi- nanza pubblica”. Come se non bastasse “l’impostazio – ne del bilancio pluriennale 2013-2014 non garantisce il rispetto del patto di stabilità e costituisce una grave irre- golarità contabile per cui è necessaria l’assunzione im- mediata di idonei atti di correzione e l’eventuale ri- determinazione delle previsioni di bilancio”. La deliberazione è arrivata ieri sul tavolo del sindaco Renzi e il Consiglio è pronto a riunirsi, oggi stesso, per il bilancio di assestamento che pre- vede tagli agli investimenti per ben 73 milioni di euro. Sulla delibera della Corte dei conti, l’assessore Alessandro Petretto si è difeso: “Il bilancio è in equilibrio”, peccato che il suo pre- decessore Claudio Fantoni si è dimesso proprio contestando la gestione disinvolta del bilancio comunale. Mentre, la stessa Corte dei conti, prosegue l’inchiesta sulle spese della Provincia in favore di Florence Multimedia – un super ufficio stampa creato da Renzi nel 2005 –ai tempi in cui era presidente il “rot – tamatore”.Nello specificoleaccusedei giudicicontabilifanno riferimento alun “irregolare affidamentodi servizi perun im- porto superiore a quello previsto dai relativi contratti di ser- vizio”, con una spesa complessiva di oltre nove milioni di euro. Senza la procedura prevista dalla legge e senza mai discuterne in Consiglio provinciale, come scritto in una relazione del Min- sitero del Tesoro, Florence Multimedia, tra il 2006 e il 2009, incassò oltre 9 milioni di euro. Attraverso “contratti, conven- zioni, disciplinari di servizio, affidamenti al lordo, il cui im- porto triplica quello dei contratti di servizio di base”. Quindi sei milioni su nove sono contestati dalla Corte. Inoltre, in seguito a una precedente indagine della Corte dei conti l’amministra – zione provinciale di Matteo Renzi (2004-2009) è già stata con- dannata in primo grado per un danno erariale di 50 mila euro.

Annunci

Informazioni su piemontenews

aderente al ms5 Biella al comitato dell'Acqua pubblica

Pubblicato il novembre 30, 2012, in attualità, Uncategorized con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: