”TAGLI IN CORSIA OPERAZIONI B L O C C AT E CI VEDIAMO TRA 2 MESI DA LIVORNO ALLA SICILIA, IL CONTO DELLA SPENDING REVIEW: GARANTITE SOLO QUELLE DI EMERGENZA. ANCHE 8 MESI DI ATTESA PER UN INTERVENTO ALLA TIROIDE

Redazione

Fatto Quotidiano 21/11/2012 di Valerio Cattano attualità
Questi ministri ci hanno abituato a delle azione folli e speculative contro il bene comune tagliano 200 milioni di Euro alla scuola pubblica per darne 230 a quella privata forse sarebbe ora di mettere in evidenza le azioni speculative che ci sono e che verranno dato che usano il meccanismo di far passare delle leggi subdoli che prima sembrano vantaggiose poi si rivelano a favore della comunità Europea
Installazione di una pro- tesi? Operazione per ri- muovere un’ernia? Pa- rola d’ordine, ripassare dopo laprima metàdi gennaio. Succede nella regione Toscana, dove un tempo la sanità era mo- dello inattaccabile. Ma non so- lo. Da Livorno a Milano, far quadrare i conti in base alle in- dicazioni della spending review diventa impresa improba. Ospedali di Livorno e Cecina: dal 3 dicembre saranno garan- titi solo gli interventi d’emer – genza; per il resto i pazienti sa- ranno costretti ad attendere si- no al 14 gennaio. A quanto sem- bra, l’esigenzaè anchequelladi far smaltire ferie arretrate al personale.Nonè migliorelasi- tuazione a Lucca, dove la ridu- zione degli interventi program- mati appare come rischio con- creto, con allungamento dei tempi di attesa. “Accade tutti gli anni – spiega Monica Calamai, direttore generale dell’Asl di Li- vorn – , abbiamo solo anticipato una riduzione dell’attività com- plessiva anticipando i ritmi del periodo natalizio. Saranno mantenuti tutti gliinterventi di urgenza e anche l’attività già programmata”. La guerra quotidiana e il rischio default “Una notizia che definirei cu- riosa, quella della “chiusura per ferie”, senza nemmeno fare un piano e ragionare sulle conse- guenze – ribatte Costantino Troise, segretario nazionale dell’Anaoo, l’associazione dei medici dirigenti – : La verità è di- versa. Era ipocrisia pensare che si sarebbero applicati i tagli alla sanità senza variare la qualità dei servizi. Ora assistiamo a questo dilazionare gli interven- ti chirurgici non urgenti, mano- vra grazie a cui si vuol mettere in atto un tentativo disperato di evitare un default. Ma qui sia- mo dinanzi ad un bollettino di guerra, da Alessandria sino alla Se fosse vero quanto si dice cir- ca alcuni presunti inviti ai pri- mari toscani a operare di meno a dicembre e a rinviare gli inter- venti al prossimo anno per con- tenere la spesa corrente – ha detto all’AdnKronos Salute Lu- cio Barani, capogruppo Pdl in commissione Affari sociali del- la Camera – la cosa sarebbe di una gravità assoluta. Tali ma- novre sarebbero in palese viola- zione del diritto alla salute co- stituzionalmente tutelato”. Sanità privata, rimborsi con il contagocce Di liste d’attesa lunghe chilo- metri, che con una politica di sospensione di interventi di- venteranno ancor più impo- nenti, si è occupato il Tribunale dei diritti del Malato, organi- smo di Cittadinanzattiva, nel XV rapporto Pit Salute, basato su 26 mila segnalazioni dei cit- tadini registrate nel 2011. Il do- cumento è stato presentato il 15 novembre: non è un caso che sia stato intitolato “Servizio sanita- rio nazionale e cittadini: lo Sta- to (A)Sociale”; i reparti di Pron- to soccorso hanno carenza di personale, le difficoltà per otte- nere un ricovero sono aumen- tate notevolmente a causa del taglio di 20.000 posti letto, e si raggiungono veri e propri re- cord in negativo come nei casi di otto mesi per un intervento alla tiroide e sedici per una pla- stica ricostruttiva. A Milano la musica è la stessa. Se ci si rivolge per un intervento di routine al- l’Istituto Auxologico, si scopre che non c’è una data disponibile nell’immediato: la questione è rimandata a gennaio causa ri- sparmi in corso. E poi chissà. Ma se la situazione si fa grave, se i rischi ventilati diventano con- creti? In quel caso la speranza di essere operati si fa più solida. Come dire che in ospedale si de- ve già arrivare in barella per es- sere presi in considerazione. Altrimenti c’è la sanità privata. Ma anche qui non sono rose e fiori. Gli istituti privati e le cli- niche convenzionate hanno già superato il tetto di spesa ad ini- zio del mese; la Regione Lom- bardia non rim

Annunci

Informazioni su piemontenews

aderente al ms5 Biella al comitato dell'Acqua pubblica

Pubblicato il novembre 21, 2012 su attualità, Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: