“INCIUCI NON NE FACCIAMO” MA CROCETTA NON HA I NUMERI NELLA NUOVA ARS GLI UOMINI DI LOMBARDO E CINQUE INDAGATI


Fatto quotidiano 30/10/2012 Enrico Fierro attualitàinviato a Palermo L ui, Rosario Crocetta, il “comunista”, che un’alleanza Pd-Udc ha portato al vertice della Regione siciliana, non si sente un’anatra zoppa. “Ho una mag- gioranza bulgara, non faccio altro che ricevere telefonate di parlamentari regionali di tutti i par- titi che mi fanno gli auguri”. Trentanove deputati su 90, la maggioranza che non c’è e che Crocetta dice di voler conquistare di volta in volta. Ed è questo il terreno paludoso che spiana la strada ai professionisti dell’inciucio. “Inciuci non ne fac- cio –giura il nuovoPresidente –, sigoverna con la maggioranza che è uscita dalle urne”. Ma l’ex sindaco di Gela, l’uomo condannato a morte dal- la mafia e per questo costretto a vivere sotto scor- ta, conosce usi e costumi della politica sicula e sa che il suo sarà un cammino zeppo di insidie. LA REGIONE È SULL’O R LO dell’abisso, interi co- muni come Messina non riescono più a pagare neppure gli stipendi e sono sull’orlo del default. “Farò di tutto, andrò a Bruxelles a parlare dei 5 miliardi e 700 milioni di fondi Ue non utilizzati”, dice mentre in lontananza si sentono le sirene di Raffaele Lombardo. “Arraffaele” è scaltro, è nel pieno di una tempesta giudiziaria che lo vede im- plicato in importanti processi di mafia, ma non molla la presa sulla Regione, pronto a svolgere il ruolo di azionista di minoranza più importante di Crocetta & soci. Assieme al figlio ventitreenne Toti, ha eletto nelle file del suo Partito dei sici- liani, altri nove deputati, voti che pesano come macigni. Altri suoi fedelissimi sono ricomparsi nelle liste del- l’Udc e finanche nel “listino” di Crocetta. Come Lino Leanza, ex assessore nella giunta di Totò Cuffaro, ex Mpa di Lombardo, e oggi tra i nomi dei papabili as- sessori. “Il lombardismo –dico – no nei corridoi della Regione –è uno stile di vita e di potere”. E lui, Lombardo, si è già fatto avanti. “Siamo pronti all’intesa – ha dichiarato ai microfoni de L’I n fe d e l e di Lerner – del resto è inevitabile che si realizzino convergenze su prov- vedimenti importanti per la Sicilia. Siamo pronti a una alleanza senza chiedere nulla”. La nomen- clatura avanza e Crocetta non sbarra le porte. “Come affrontare i segnali di Micciché e Lom- bardo? Con lapreghiera. E poi non èche tutti gli uomini dell’Mpa o del Pdl sono dei demoni”. È la Sicilia degli equilibri e dei rivolgimenti che fini- scono in un vorrei ma non pos- so. Crocetta annuncia di voler mettere in ordine i conti della regione più sprecona d’Italia, promette di azzerare tutte le consulenze e i contratti d’oro dei dirigenti, e di mettere final- mente le mani sul verminaio della formazione professionale, una voragine che ingoia ogni anno 455 milioni di euro di fon- di Ue. Ripete di aver già dato il benservito a Ludovico Albert, il dirigente voluto da Lombardo e venuto dal Nord, ma sul riordino prende tempo. Quando il cronista chiede se ha la consapevolezza che la formazione è un bancomat bipartisan per politici, e che gli interessi di uomini del suo stesso partito nel settore sono fortissimi, risponde come Pasolini. “Io so ma non ho le prove”. La rivo- luzione, quella promessa in campagna elettorale, può attendere. Anche per quanto riguarda i cost della politica. Un po’di fumo negli occhi per l’uso delle auto blu (“faremo il car sharing”), ma porte sbarrate alla proposta dei grillini di portare dai 20 mila euro lordi di oggi a 2.500 euro netti, lo sti- pendio dei deputati. “Ne parleremo con i gruppi, si puòagire anche sualtri frontiper risparmiare, ma io non posso far suicidare i parlamentari re- gionali. E i debiti che hanno fatto per la campagna elettorale? Non tutti hanno avuto la fortuna di avere Beppe Grillo che è venuto qui a fargli i voti. Questa è demagogia!”. Parte ilnuovo Parlamentosiciliano, ilpiù antico del mondo, recita la litania da sempre sbandierata

Annunci

Informazioni su piemontenews

aderente al ms5 Biella al comitato dell'Acqua pubblica

Pubblicato il ottobre 31, 2012, in attualità, Uncategorized con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: