I fumi killer benedetti dal vescovo ARCHINÀ VENNE PREMIATO DAL MONSIGNORE. DALL’AZIENDA DONAZIONI ALLA CHIESA


Fatto Quotidiano 19/08/2012 attualità
La Chiesa vigilerà sugli impegni assun- ti”. L’arcivescovo di Taranto, mons. Fi- lippo Santoro, lo ha annunciato dopo l’in – contro sull’Ilva con i ministri, Clini e Pas- sera, e il presidente dell’azienda Bruno Ferrante aggiungendo che l’azione della Procura ionica “ha messo in evidenza la verità: che le malattie si sono sviluppate lungo tutti questi anni e che esigono una risposta costante e precisa”. Ma intanto dalle carte processuali emerge il rapporto che legava il suo predecessore, monsi- gnor Benigno Luigi Papa, ai vertici dello stabilimento siderurgico e allo stesso Gi- rolamo Archinà. Un legame suggellato an- che dalla consegna di un premio per le opere di volontariato che Archinà avreb- be compiuto nella città dei due mari. Il 9 maggio 2011 fu proprio monsignor Papa a consegnare il riconoscimento ad Archinà in occasione dei festeggiamenti patronali. A spulciare le carte, infatti, sono diverse le donazioni a favore delle parrocchie taran- tine. Tra le carte acquisite finanzieri, ad esempio, ci sono anche alcuni estratti conto dell’Ilva che raccontano, tra il 26 marzo e il 19 ottobre 2010, le “re g a l i e ” in favore del comitato festeggiamenti pa- tronali, della sezio- ne Unitalsi e di una parrocchia del quar- tiere Tamburi. Nel 2011 invece, tra il 30 marzo e il 27 otto- bre, oltre alla dona- zione per i festeggia- menti patronali compaiono anche le offerte per la retto- ria di S. Cosma e i festeggiamenti della Stella Maris. NON SOLO denaro però. Perché nel 2010 l’Ilva si incaricò di effettuare i lavori di consolidamento della chiesa Gesù Divin Lavoratore del quartiere Tamburi, il più vi- cino alla fabbrica e il più colpito dai veleni sprigionati. La chiesa, in cui troneggia un gigantesco mosaico di Gesù che indica le ciminiere, rischiava di crollare: i vertici dello stabilimento, dopo un’accorata lette- ra del vescovo si fecero carico di offrire ma- teriali e servizi e ripristinare le condizioni di sicurezza. E infine c’è la presunta mazzetta tra Liberti e Archinà che secondo que- st’ultimo, sarebbe solo un’of – ferta per la chiesa di Taranto. Il suo legale, infatti, nell’u- dienza del riesame ha depo- sitato un documento della contabilità interna dell’a- zienda relativa al prelievo dei diecimila euro con la causale “Chiesa di Taranto”. A scalfi- re questa tesi difensiva, però, ci sarebbero le dichiarazioni di Francesco Cinieri, respon- sabile della contabilità di Ilva spa. “Almeno una volta l’anno –si legge nel verbale –,oa Natale o a Pasqua, tale erogazione viene fat- ta, anche se per cifre che normalmente non superano i 5000 euro. Se non erro non è mai avvenuto che sia stata fatta una ero- gazione per 10.000 euro”. Una donazione diversa quindi dalle altre, tutte effettuate con bonifico o assegno . I diecimila euro vengono ritirati in contanti e segnati come “spese della direzione”. Inoltre nei conti della diocesi quei soldi non vengono regi- strati. Secondo fonti interne, il vescovo li avrebbe usati per la carità

About these ads

Informazioni su piemontenews

aderente al ms5 Biella al comitato dell'Acqua pubblica

Pubblicato il agosto 19, 2012, in attualità, Uncategorized con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 4 commenti.

  1. preti,politici e sindacalisti nascondono tutto,solo quando la verita’ viene a galla affermano di esserne stati loro i divulgatori,ipocriti!

    • I Sciologi ritengono che la cultura cattolica sia la maggiore responsabile dei problemi in Italia
      ritenuta una cultura passiva che non porta alla realizzazione dell’individuo nel bene ma solo nel denaro e nel potere ,credo che per istinto di sopravvivenza la Chiesa cattolica dovuto andare dall’ambito ecclesiastico,del resto oltre all’ipocrisia negli,ambienti cattolici è concesso tutto anche la violenza.abbia forzato una cultura oltre ogni limite e chi si realizzava in opere di bene se ne sia dovuto andare via dall’ambito ecclesiastico.

  2. però dai non si generalizza così……chi ha sbagliato è giusto che paghi (da verificare se sono offerte o tangenti e questo spetta ai CC o alla Gdf e non a noi), ma non generalizzare dicendo che tutti i sacerdoti della Diocesi di Taranto erano morbidi con Riva.Il Vescovo Santoro non è come Benigno Luigi.

    • Io non essendo di quella zona questo sacerdote nn lo conosco
      E chiaro che questi sacerdoti sono in una condizione difficilissima al sud e con gli ordini che arrivano dall’alto, ma c’è alcuni fanno pienamente il loro lavoro però c’è da dire che sicuramente benedire i fumi è un brutto gesto magari lui non poteva far altro ma io ho conosciuto dei missionari che erano in Africa cge piuttosto di far del male alla gente se ne andata dalla chiesa.
      E solo un modo per rimarcare che cmq la chiesa deve promuovere la pace e aiutare i deboli come fanno Don Gallo e Don Ciotti, ad esempio nella mia zona i preto non hanno accompagnato le manifestazioni contro gli f35 ma è chiaro la loro presenza era importante cercarsi doi opporsi agli strumenti di morte di massa.
      Questi articoli li metto perchè credo che alcuni personaggi della chiesa si spingano di più verso le azioni di pace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 108 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: